in

Medicazione ombelico: niente panico se ti prepari prima

La nostra guida per la medicazione dell’ombelico del neonato

oggetti medicazione ombelico

La cura del moncone ombelicale desta notevoli preoccupazioni alle future mamme: la paura di recare dolore, di utilizzare prodotti non idonei, di sbagliare nella frequenza e nella modalità di pulizia.

Innanzi tutto vediamo che cosa è il moncone ombelicale. Il feto, all’interno del grembo, è collegato alla mamma tramite un sistema costituito da placenta e cordone ombelicale. La placenta, a sua volta, è adesa all’utero materno. In questo punto di adesione scorrono i vasi che, percorrendo placenta e cordone ombelicale, raggiungono il feto, apportando tutti i nutrienti necessari per la sua crescita. Al momento della nascita, il cordone viene tagliato e clampato. A quel punto al bambino resta un moncone ombelicale adeso all’ombelico.

Nei giorni successivi la dimissione, ai neo genitori spetta il compito di curarlo e aspettare che cada fisiologicamente, attraverso un processo che viene chiamato di mummificazione. Per staccarsi impiega all’incirca 7-14 giorni, lasciando al suo posto la cicatrice ombelicale.

Nella cura quotidiana dobbiamo tenere a mente tre consigli importanti:

1. accertarsi sempre che sia pulito;
2. medicarlo una volta al giorno (di più se si sporca);
3. tenerlo sempre asciutto.

Ora elenchiamo i prodotti di cui abbiamo bisogno, che sarebbe bene procurarsi prima della nascita del bambino:

oggetti medicazione ombelico

 

  • garze sterili;
  • acqua fisiologica in fiale;
  • rete elastica (facoltativa);
  • tintura madre di calendula (con effetto disinfettante);
  • polvere di echinacea ed arnica (favorisce il processo di disidratazione).

Percorriamo tutti i passaggi per la cura del moncone ombelicale:

1. prendere una garza sterile e prepararla;

garze ombelico

2. con un altra garza sterile, inumidita con acqua fisiologica, pulire eventuali tracce di sangue e sporco;

3. con la garza precedentemente preparata avvolgere il moncone ombelicale;

garza ombelico 2

 

4. il moncone ombelicale va sempre tenuto fuori dal pannolino oppure si può avvolgere l’addome del neonato con una rete elastica.

Il moncone ombelicale va medicato una volta al giorno, generalmente in concomitanza con il cambio pannolino o ogni qual volta si sporchi.

E’ fortemente sconsigliato utilizzare disinfettanti, creme o alcol in quanto questi prodotti potrebbero interferire con il processo di mummificazione e potrebbero inoltre favorire infezioni.

Nel caso in cui la base di impianto si presenti arrossata o gonfia, oppure siano presenti secrezioni purulenti o odori sgradevoli, consultare un medico. In questi casi è importante ed opportuno avere a disposizione la tintura madre di calendula: con una garza sterile imbevuta di questa soluzione, disinfettare dolcemente la zona, rimuovendo tutte le secrezioni.

Nel caso in cui il moncone fatichi a cadere, un ottimo rimedio potrebbe essere la polvere di echinacea ed arnica, la quale favorisce il processo di disidratazione.

Written by Anna Duvalli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

papà mare

Avere un figlio, il ruolo del papà: 8 cose da fare sempre

Mamme durante il Covid 19

Consigli per una neo mamma ai tempi del covid-19